ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, i lavoratori africani accampati all'aeroporto

Lettura in corso:

Libia, i lavoratori africani accampati all'aeroporto

Dimensioni di testo Aa Aa

In Libia, precisamente all’aeroporto di Tripoli, molti combattono una guerra logorante e silenziosa: quella per il loro rimpatrio.

Tra tutti gli stranieri presenti nel paese allo scoppio delle ostilità, gli africani sono quelli meno tutelati dai loro Stati d’origine e dai loro datori di lavoro.

“Siamo qui da tre settimane”, dice una di loro. Bivaccano nei pressi dello scalo, in attesa di essere rimpatriati. Spesso non hanno alcuna certezza di partire. Una tendopoli è sorta attorno all’aeroporto.

“Ci sono circa 10 mila persone che aspettano qui”, afferma un soccorritore. E in attesa di partire, lunghe file si creano nei momenti della distribuzione dei pasti.

Nella maggior parte dei casi, queste persone non hanno soldi per pagarsi il volo fino a casa. Oppure, in altri casi, gli aerei che dovrebbero riportarli nei paesi di origine non arrivano a Tripoli.