ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: crescono i timori per la centrale di Fukushima

Lettura in corso:

Giappone: crescono i timori per la centrale di Fukushima

Dimensioni di testo Aa Aa

La centrale di Fukushima incomincia a far paura, anche all’estero: è un’agenzia francese a quantificare il rischio a livello sei, su una scala di sette. Ed è un’associazione di scienziati statunitensi a dire che i fumi radioattivi della centrale potrebbero raggiungere Tokyo, dove in effetti i livelli di raduioattività sono già saliti, anche se in misura considerata non allarmante, dalle autorità giapponesi e dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, il cui segretario generale, Yukiya Amano, ha precisato i danni subiti dalla centrale, e i rischi per l’immediato futuro:

“Esiste la possibilità che si verifichi una pressione eccessiva, e che vi siano danni al muro di contenimento. Potrebbero esserci danni anche alla struttura esterna e al nucleo del reattore numero due della centrale di Fukushima Daichi.”

In effetti i muri di contenimento, secondo le autorità nipponiche, sono rimasti integri, ma esperti francesi hanno espresso dubbi in proposito. Non sarebbero più stagni. Ciò che preoccupa di più, però, è il continuo surriscaldamento del nucleo, che potrebbe portare a una disatrosa fusione.

Le autorità hanno deciso di estendere la zona di evacuazione, a 30 Km intorno alla centrale. E di evacuare anche i 750 dipendenti, cosa forse destinata a complicare le operazioni.