ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Effetto serra: a rischio centinaia di specie di uccelli

Lettura in corso:

Effetto serra: a rischio centinaia di specie di uccelli

Dimensioni di testo Aa Aa

L’effetto dei cambiamenti climatici pesa eccome sulla sopravvivenza di molte specie di uccelli migratori.

E’ la storia di migliaia di volatili che hanno scelto le gelide sponde di un lago in Ungheria per passare l’inverno, prima di volare verso Sud.

Gli uccelli risentono parecchio delle variazioni del clima: cambio di temperature, precipitazioni, umidità.

“L’anno scorso qui c’erano circa 1000 uccelli, ma nel 2011 ne arriveranno circa 3000, un vero record per il Bacino dei Carpazi”.

Gli uccelli migratori devono sincronizzare l’arrivo e la riproduzione con gli eventi della primavera così da poter sfruttare i brevi periodi di abbondanza di cibo per allevare anche la prole. In pratica i cambiamenti del clima in atto possono davvero compromettere la conservazione delle popolazioni naturali di uccelli migratori interferendo con il loro adattamento alle condizioni ecologiche.

“ Ora le gru possono essere avvistate durante tutto l’anno, le oche soggiornano qui durante l’inverno ora. il clima è un fattore significativo ma in che senso? Lo sapremo solo tra una decina d’anni”.

Con il gelo che congela la terra e le sterpaglie bisogna costruire delle mangiatoie. Altrimenti gli uccelli moriranno. Ma anche questo non basta. Senza contare che in Europa e in Nord America diminuiscono di anno in anno gli uccelli migratori su lunga distanza.

Secondo uno studio del WWF il surriscaldamento della terra è il pericolo numero 1 quello che rischia di sterminare centinaia di specie: l’accumulo di calore durante i primi mesi dell’anno è oggi maggiore rispetto a 50 anni fa.