ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone; incidenti a catena nelle centrali nucleari

Lettura in corso:

Giappone; incidenti a catena nelle centrali nucleari

Dimensioni di testo Aa Aa

Controlli a tappeto sulla popolazione per misurare il tasso di radioattività, zone rosse attorno alle centrali del nord est che una dopo l’altra mostrano falle nei sistemi di sicurezza e fanno aleggiare sul Giappone l’incubo di un disastro in stile Chernobyl. Non è solo il paese del Sol Levante a temere l’incubo contaminazione. Il mondo intero segue con ansia gli sviluppi della situazione.

210 mila persone residenti nel raggio di 20 chilometri dalla centrale di Fukushima Daiichi sono state evacuate. Il governo afferma che nessuna fusione è in corso ma la situazione resta estremamente allarmante. Manca l’elettricità che potrebbe permettere di rialimentare gli impianti di raffreddamento.

E’ allarme rosso anche attorno ai 3 reattori della centrale di Onagawa. Nella zona circostante si registrano livelli di radioattività elevati e anche l’impianto di rafreddamento della centrale di Tokai a soli 120 chilometri da Tokyo si è bloccato.

Le immagini dell’esplosione che sabato ha gravemente lesionato il sarcofago del reattore 1 di Fukushima Daiishi ripassano in tv mentre si teme l’arrivo di pioggie radioattive