ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, avanza la controffensiva di Gheddafi

Lettura in corso:

Libia, avanza la controffensiva di Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Libia, la controffensiva delle forze fedeli a Muammar Gheddafi recupera terreno e punta a Bengasi, roccaforte della rivolta.

Ben Jawad è già caduta, stessa sorte avrebbero subito il centro petrolifero di Ras Lanuf e Zawiyah, la più importante raffineria del paese.

Ancora in mano ai ribelli la Libia orientale, Misurata e alcune città nel nord ovest.

Poco organizzati, a corto di benzina e armati alla bell’e meglio, gli uomini della rivolta contavano su una rapida capitolazione del colonnello.

Ora sperano in un intervento esterno che fermi i bombardamenti sui civili: “Quel cane, quel tiranno, ha rovinato le nostre vite”, afferma un libico, “ci bombarda in tutti i modi con granate, mitragliatrici, missili, aviazione”.

Nessun dialogo è più possibile, dicono entrambi, rivoltosi e regime. Un muro contro muro già costato migliaia di morti, per lo più civili. E la Croce rossa paventa un ulteriore, importante aumento delle vittime nelle prossime ore.