ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Istruzione e immigrazione

Lettura in corso:

Istruzione e immigrazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Spostarsi in un altro Paese è spesso una sfida. Per i rifugiati che cercano di adattarsi a una cultura completamente nuova puo’ essere davvero difficile, specialmente per quanto riguarda l’istruzione. Ne parliamo in questa puntata.

- Svezia, la scuola di Rinkeby modello d’integrazione

Circa il 25 per cento dei cittadini svedesi sono nati in altri Paesi. Nella comunità di Rinkeby, vicino Stoccolma, la percentuale sale al 90 per cento. La sua scuola è diventata un modello di integrazione, con studenti di 70 nazionalità diverse.

Gli studenti ottengono i migliori risultati in matematica nelle competizioni internazionali e ogni anno i laureati del Nobel per la letteratura incontrano gli allievi. Le lingue sono la chiave del successo.

- Dalla Corea del nord alla Corea del sud

Per centinaia di giovani della Corea del nord che vogliono studiare in Corea del sud il viaggio puo’ essere breve, ma le differenze culturali sono enormi. Appena arrivati alcuni non hanno neppure dimestichezza con il computer o con il telefonino. Nella scuola di Yoomyung vengono aiutati ad abituarsi al nuovo ambiente. Molti di loro non sapevano né leggere né scrivere correttamente.

- Un paesino italiano “salvato” dai curdi

In alcune zone d’Italia ci sono comunità diventate città fantasma a causa dell’emigrazione. A Riace la scuola stava per chiudere per mancanza di bambini. Erano rimasti in 700 nel borgo vecchio. Poi, un giorno di dieci anni fa, un barcone carico di 300 profughi curdi si arenò sulla costa ionica calabrese.

Gli abitanti aprirono loro le porte delle case abbandonate. A Riace è stata riaperta anche la scuola: 24 bambini su 36 sono figli di immigrati e oggi ci sono quattro classi.