ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: il presidente promette la costituzione, l'opposizione "troppo tardi"

Lettura in corso:

Yemen: il presidente promette la costituzione, l'opposizione "troppo tardi"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente dello Yemen parla alla nazione e promette una nuova costituzione e un regime parlamentare con una chiara separazione dei poteri.

L’opposizione, in piazza da settimane, ha già fatto sapere che le riforme promesse da Ali Abdallah Saleh arrivano troppo tardi e sono comunque insufficienti. I manifestanti avevano già rifiutato il ritiro graduale proposto dalla presidenza entro il 2011.

“Abbiamo intenzione di formare una commissione composta dai membri delle due camere del parlamento e da rappresentanti politici – ha detto Saleh di fronte ai suoi sostenitori riuniti in uno stadio della capitale – prepareranno una nuova costituzione che verrà approvata dal popolo tramite un referendum entro la fine dell’anno”.

Le manifestazioni in Yemen hanno già fatto una trentina di morti. I dimostranti, accampati dal 21 febbraio di fronte all’università della capitale, chiedono che Saleh abbandoni l’incarico immediatamente. Il capo di stato è al potere da 32 anni e il suo mandato termina nel 2013.

La repubblica presidenziale dello Yemen è un alleato strategico degli Stati Uniti nella guerra contro Al Qaeda, ma è anche il paese più povero della peneisola araba.