ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Salari e inflazione, dilemma al vertice dell'eurozona


Redazione di Bruxelles

Salari e inflazione, dilemma al vertice dell'eurozona

Il futuro economico della zona euro sul tavolo dei 17 paesi membri l’11 marzo. All’ordine del giorno, il piano di competitività fortemente voluto da Angela Merkel. Fra le misure proposte dal cancelliere tedesco, lo svincolamento dei salari dall’inflazione nei paesi dove ancora vige quel che in Italia si chiamava un tempo scala mobile.

Come il Belgio, dove abbiamo incontrato un’insegnante: “Questa è la busta paga di gennaio, con l’aumento indicizzato, cioè un aumento dell’1,5 per cento, che non è una cifra trascurabile. Noi insegnanti abbiamo un salario fisso. Abbiamo naturalmente aumenti ogni due anni, e quando facciamo gli straordinari o cose del genere, ma non abbiamo altri bonus”.

L’entusiasmo della Merkel per salari inchiodati, però, non è condiviso da tutti. Il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, proporrà quindi un accordo di principio, lasciando cadere le misure più controverse.

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

UE: accertare violazione diritti umani in Libia