ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: la controffensiva delle forze fedeli a Gheddafi

Lettura in corso:

Libia: la controffensiva delle forze fedeli a Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze fedeli a Gheddafi sono riuscite a bloccare l’avanzata dei ribelli verso Tripoli, e sembra che stiano recuperando terreno.

I combattimenti si concentrano soprattutto nei pressi del terminal petrolifero di Ras Lanouf: i ribelli avanzavano verso Sirte, il centro da cui proviene Gheddafi, ma sono stati bloccati da una controffensiva di terra, oltre ad intensi bombardamenti che non sembrano però indirizzati direttamente sui civili, anche se lo scopo evidente pare quello di intimorire:

“Hanno colpito vicino all’ospedale, i medici sono fuggiti. Hanno colpito vicino alla moschea, e vicino alla gente per strada”.

Ras Lanouf si trova sulla strada costiera, ad Ovest di Bengasi, caposaldo dei riballi, e un migliaio di chilometri ad est di Tripoli. I ribelli avrebbero perso il controllo di Es Sider, a una quarantina di chilometri da Ras Lanouf, ma anche di Zawiya, località che si trova ad appena una cinquantina di chilometri da Tripoli, nella quale sarebbe ora in corso un’ondata di arresti di sospetti partecipanti alla rivolta.

Altri centri più piccoli nei dintorni sarebbero però ora sotto controllo dei ribelli.

Ma è soprattutto da Ras Lanouf che dipendono gli esiti del conflitto, e tra i rivoltosi si comincia a vedere un po’ demoralizzazione, tanto che c‘è chi ha apertamente parlato ai giornalisti di sconfitta, nel centro petrolifero.

Proprio mentre a Bengasi si celebrano i funerali dei morti in battaglia.