ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Letti medici intelligenti

Lettura in corso:

Letti medici intelligenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Óscar Valdemoros, direttore di Spaldin: “Abbiamo sviluppato un letto medico per aiutare i pazienti costretti a letto a muoversi senza bisogno di assistenza. Il letto interpreta le intenzioni del paziente e lo aiuta a muoversi. E’ pensato per i disabili, serve a prevenire i dolori che potrebbero insorgere rimanendo sempre a letto”.

Questo prototipo è stato sviluppato nel quadro di un progetto di due anni finanziato dall’Unione europea. L’obiettivo è equipaggiare gli ospedali europei di letti robitizzati, capaci di inclinarsi assecondando il paziente, senza bisogno di un comando a distanza.

Manuel Chica, ingegnere presso Tecnologías Avanzadas Inspiralia: “E’ sufficiente che i pazienti eseguano un piccolo movimento e il letto adatterà la sua forma automaticamente”.

Il letto è dotato di un software che interpreta anche i più lievi cambiamenti di pressione nelle diverse parti del corpo.

Chica: “C‘è un lenzuolo con sensori di pressione e, quando il paziente si muove, invia l’informazione a un computer centrale che controlla il motore del letto”.

L’invecchiamento della popolazione, in Europa, ha causato un forte aumento nella domanda di letti medici. Quando questo prodotto avrà ricevuto la certificazione europea, sarà in grado di fornire maggiore autonomia ad anziani e disabili.

Chica: “Penso che la domanda per questo prodotto sia molto elevata, ci sono molti ospedali con pazienti disabili che hanno bisogno di letti come questi ogni giorno”.

Verrà alleggerito anche il lavoro delle infermiere, molte delle quali finiscono per accusare dolori alla schiena, a forza di sollevare i pazienti dai loro letti.

Valdemoros: “Questo letto non risponde soltanto ai bisogni dei pazienti, ma aiuta anche il sistema sanitario europeo. I lungo degenti sollevano un problema in termini di risorse ospedaliere, perché richiedono un’assistenza infermieristica continua. Questo fa lievitare i costi e aumenta i rischi per la salute degli infermieri. Quindi il nostro obiettivo è duplice: risolvere i problemi del personale sanitario così come quelli dei pazienti”.

eposbed.pera.com