ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riesplode la violenza interreligiosa in Egitto, morti e feriti

Lettura in corso:

Riesplode la violenza interreligiosa in Egitto, morti e feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Quasi un mese dopo la caduta di Hosni Mubarak, le violenze interreligiose tornano a causare morti in Egitto. Almeno tredici persone sono rimaste uccise e quasi 150 ferite negli ultimi scontri tra copti e musulmani avvenuti a Moqattam, quartiere orientale del Cairo a maggioranza cristiana. “Noi non vogliamo conflitti – dice un manifestante -. Le nostre rivendicazioni corrispondono a quelle di tutti gli egiziani, con i quali abbiamo partecipato alla rivoluzione. Noi vogliamo l’unità nazionale, vogliamo essere insieme. Il dovere di tutti i cristiani e di tutti i musulmani è di realizzare l’unità nazionale in Egitto”.

I disordini interreligiosi sono riesplosi la scorsa settimana dopo l’incendio di una chiesa. Ne sono seguite manifestazioni di protesta della comunità cristiana.

Tutto questo mentre il governo egiziano cerca di ripristinare la sicurezza nel Paese, inclusa piazza Tahrir, anch’essa teatro di nuovi scontri tra attivisti democratici e sostenitori di Mubarak.