ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora bombe sulle città in mano ai ribelli. La tv libica: "Arrestati miliziani di al-Qaida"

Lettura in corso:

Ancora bombe sulle città in mano ai ribelli. La tv libica: "Arrestati miliziani di al-Qaida"

Dimensioni di testo Aa Aa

Aerei libici sono tornati a bombardare le città in mano ai ribelli. A Ras Lanuf, nell’est del paese, si sono contati almeno quattro raid su aree residenziali.

Tuttavia non si hanno notizie di vittime, soprattutto perchè molte abitazioni erano già state evacuate. Ma è da giorni che la città portuale è teatro di violenti scontri.

Uno degli insorti anti-Gheddafi si dice sicuro della vittoria. “Non abbiamo paura del dittatore, dice. Non abbiamo paura dei suoi carri armati e dei suoi aerei. Il regime sta per crollare”

Le forze fedeli al governo sono impegnate in una controffensiva che punta a recuperare il terreno perso, a cominciare dalle principali città sull’asse viario per la capitale.

E’ il caso di al-Zawiya, ieri bombardata e poi posta sotto assedio; secondo la propaganda del governo potrebbe presto tornare sotto il controllo dell’esercito.

E in questo clima la tv nazionale controllata dal governo continua a celebrare quella che definisce l’avanzata dell’esercito, mostrando i prigionieri fatti nel cammino.

Secondo la tv, questi sarebbero tutti guerriglieri al soldo di al-Qaida.