ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: controffensiva di Gheddafi, si teme una guerra civile

Lettura in corso:

Libia: controffensiva di Gheddafi, si teme una guerra civile

Dimensioni di testo Aa Aa

Controffensiva delle forze di Gheddafi nelle città in mano agli insorti. In Libia si teme una guerra civile.

Le milizie ribelli hanno abbandonato la città di Bin Jawad nell’est del paese sotto i colpi di artiglieria dei soldati di Gheddafi. Speravano, da lì, di spiccare il salto verso Sirte, città natale del Colonnello, ma hanno dovuto desistere.

In mano degli insorti, Zawiyah e Misurata, conquistate col sangue. Negli scontri di domenica sarebbero morte almeno sette persone, mentre una cinquantina risultano ferite.

L’insurrezione, iniziata a Bengasi, nell’est del paese, si è spinta fino alla città petrolifera di Ras Lanouf, 300 chilometri a sud -ovest. Ed è lì che stanno puntando secondo testimoni, le unità di Gheddafi. Il timore che si apra un nuovo fronte ha spinto numerosi residenti ad abbandonare le proprie abitazioni.

Da Tripoli non arrivano immagini di guerra, ma di festa: i sostenitori di Gheddafi celebrano così i successi dell’esercito nella piazza Verde della capitale.