ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarajevo indignata per l'arresto di Jovan Divjak

Lettura in corso:

Sarajevo indignata per l'arresto di Jovan Divjak

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono scesi in piazza a migliaia per protestare contro l’arresto di Jovan Divjak, l’ex generale dell’esercito bosniaco accusato dalla Serbia di crimini di guerra. Gli abitanti di Sarajevo hanno voluto dimostrare per il secondo giorno consecutivo la loro solidarietà nei confronti di quello che considerano un eroe: Divjak, seppure fosse serbo, combattè in prima fila per difendere la città durante il sanguinoso assedio dei primi anni 90.

“Cercano di riscrivere la storia arrestando chi combattè per la libertà e lasciando liberi i veri criminali come Mladic. E’ ridicolo” esclama Ejup Ganic, ex membro della presidenza bosniaca, anche lui fermato lo scorso anno su richiesta dei serbi e accusato, come Divjak, di coinvolgimento nell’attacco di una colonna dell’allora esercito jugoslavo in cui morirono decine di militari.

Mladic il capo delle milizie serbo bosniache che cinsero d’assedio Sarajevo sparando sui civili è invece tuttora latitante