ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attacchi e controffensive. La Libia tra Gheddafi e i ribelli

Lettura in corso:

Attacchi e controffensive. La Libia tra Gheddafi e i ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

La televisione di Stato libica celebra la riconquista di numerose città chiave, i ribelli la smentiscono. Tra sostenitori e oppositori di Gheddafi, lo scontro è ormai anche sul fronte dell’informazione.

Nella loro avanzata verso la città natale del rais, gli insorti hanno fatto sapere di essersi ritirati da Ben Jawad. Smentiscono però la versione dei media, secondo cui avrebbero perso Ras Lanouf, Zawia e Misurata, ora oggetto di una nuova controffensiva.

Sostenendo di mantenere gli avamposti ad ovest di Tripoli, i ribelli mirano ad accerchiarla, estendendo il proprio controllo dall’est a tutta la costa, fino a Sirte.

Nelle immagini diffuse dalla tv di Stato, Tripoli appare intanto ancora saldamente in mano ai fedeli di Gheddafi.

Mentre il colonnello invita l’Onu a verificare sul campo la situazione in Libia, versione dei media è che gli spari uditi poco prima dell’alba nella capitale fossero imputabili ai festeggiamenti per l’avanzata delle forze filo-governative.

E proprio per celebrare quelli che ha presentato come “successi”, il governo si è affrettato ad annunciare tagli a numerose imposte.