ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Sfidiamo i pirati". Sul web la confessione dei velisti rapiti

Lettura in corso:

"Sfidiamo i pirati". Sul web la confessione dei velisti rapiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Temevano l’attacco dei pirati, ma hanno consapevolmente scelto di correre il rischio.

E’ quanto emerge dal blog dei sette danesi, rapiti il ventiquattro febbraio nell’Oceano Indiano, mentre stavano facendo il giro del mondo in barca a vela.

Salpati con i tre figli adolescenti e una coppia di amici, gli organizzatori della spedizione avevano scritto in rete di aver previsto un “piano anti-pirati”, da mettere in pratica in caso di un attacco.

Partiti nell’agosto 2009 dal porto danese di Kalundsborg, i sette sono stati rapiti mentre dalle Maldive facevano rotta sull’Africa.

Appena alla vigilia dell’attacco, uno dei ragazzi a bordo si rallegrava sul web del fatto che non avessero ancora incontrato i pirati.

Né trattare, né pagare un eventuale riscatto, la linea al momento tenuta dal governo danese.