ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, ucciso ministro cristiano

Lettura in corso:

Pakistan, ucciso ministro cristiano

Dimensioni di testo Aa Aa

Un altro omicidio politico in Pakistan, nuovamente colpite le istituzioni: in un attentato, mercoledi’ mattina, ha perso la vita Shabaz Bhatti, cristiano, ministro per le Minoranze. I taleban hanno rivendicato l’assassinio, accusando il ministro di essere blasfemo.

L’auto su cui stava viaggiando il politico è stata crivellata di colpi, in un sobborgo di Islamabad.

L’uomo si era recentemente battuto per una riforma della legge sulla blasfemia, che prevede la pena di morte per chi insulti l’Islam. E all’inizio di gennaio il governatore della provincia del Punjab, anch’egli critico verso quella legge, era stato ucciso da una sua guardia del corpo.

La comunità internazionale dallo scorso novembre ha fatto pressioni sul Pakistan a partire dal caso di Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte appunto per blasfemia. In particolare dal Vaticano sono arrivati appelli contro l’intolleranza verso i cristiani, vittime di una pesante ondata di violenza, tra Pakistan e Iraq.

La legge sulla blasfemia gode in Pakistan di molti sostenitori, che vi vedono un importante presidio islamico.