ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Malta, base strategica per l'operazione Libia

Lettura in corso:

Malta, base strategica per l'operazione Libia

Dimensioni di testo Aa Aa

Terra di rifugio per alcuni piloti libici in fuga da Gheddafi, l’isola del Mediterraneo è anche e soprattutto punto di approdo e smistamento per i lavoratori stranieri da rimpatriare. Malta ha uno statuto di neutralità e aderisce al Commonwealth.  
 
“Il nostro approccio – spiega il commissaio britannico sull’isola, Louise Stanton - non è militare. Ma i mezzi militari ci sono utili in queste particolari circostanze, quando svolgiamo operazioni umanitarie”.
 
“Un traghetto voluto dai tedeschi - dice il nostro inviato a Malta - è arrivato stamattina dalla Libia con 560 passeggeri. In tutto 13 mila stranieri sono finora passati per il porto di Malta”.
 
Quest’ultima nave giunta a La Valletta ha riportato in Europa stranieri di varie nazionalità. Il premier maltese, Lawrence Gonzi, ha offerto l’isola come centro di coordinamento per le operazioni internazionali in Libia.
 
“Siamo stati attaccati e derubati da predoni”, racconta un rimpatriato tedesco. “Sono stati giorni difficili - dice un rimpatriato inglese – io ero in un campo, fortuna che avevamo una protezione armata”.
 
Il ruolo strategico dell’isola, che è membro dell’Unione Europea, potrebbe non essere limitato alle operazioni umanitarie.