ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, emergenza rifugiati al confine con la Tunisia

Lettura in corso:

Libia, emergenza rifugiati al confine con la Tunisia

Dimensioni di testo Aa Aa

Ras Jdeir, ultima città libica prima della frontiera tunisina. Secondo l’Agenzia dell’Onu per i rifugiati, circa centomila stranieri hanno lasciato la Libia, diretti in Tunisia ed Egitto. Molti sono passati da qui.

Un’emergenza umanitaria difficile da gestire, per le autorità tunisine. L’esercito ha allestito campi attrezzati per accogliere chi non ha mezzi per tornare a casa.

Gli egiziani raccontano che in Libia erano divenuti un bersaglio.

“Da quando il figlio di Gheddafi ci ha indicati come ispiratori della rivolta, i mercenari hanno cercato di ucciderci. Per questo siamo partiti”.

Alcuni accusano il governo egiziano di transizione di non fare abbastanza per assicurare il loro rimpatrio. Dal Cairo sono state promesse navi e aerei, ma finora non si è visto niente. E le proteste diventano frequenti.

I rifugiati se la prendono con il primo ministro egiziano Ahmed Shafiq e i membri del suo governo. Ma non dimenticano di ringraziare i tunisini per la loro ospitalità.

Il nostro inviato, Jamal Ezzedini, ci descrive il clima che si respira alla frontiera: “Migliaia di egiziani e altri stranieri varcano il confine a Ras Jdeir, tra la Libia e la Tunisia. Abbiamo avuto modo di constatare che le autorità tunisine stanno facendo sforzi enormi per aiutare gli egiziani e gli altri stranieri, fornendo loro cibo, acqua, coperte e vestiti”.