ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia, militari disertano da Bengasi a Zawia

Lettura in corso:

Libia, militari disertano da Bengasi a Zawia

Dimensioni di testo Aa Aa

In tutta la Libia, i militari che disertano sono sempre più numerosi. A Bengasi, unità della marina hanno annunciato di essersi unite ai rivoltosi.

Sempre da Bengasi, il generale Abdul-Nafa Musa, massimo capo delle forze armate dell’est del Paese, ha invitato tutti i soldati a marciare verso Tripoli per far cadere Gheddafi.

Voci contrastanti sul ruolo dei militari all’altro capo del Paese. A Zawia, città dell’ovest a poche decine di chilometri da Tripoli, gli oppositori avanzano al grido di “Libia libera”.

Ma, mentre per alcune fonti i soldati si starebbero unendo alla protesta, altre notizie riferiscono di scontri tra esercito e rivoltosi.

Ieri, alcuni tunisini in fuga dalla Libia hanno raccontato di posti di blocco controllati da soldati o mercenari pro-Gheddafi attorno a Zawia, ma in città i manifestanti sono comunque riusciti a issare la bandiera libica usata prima dell’avvento di Gheddafi.