ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: esplode la rabbia contro il governo Al Maliki

Lettura in corso:

Iraq: esplode la rabbia contro il governo Al Maliki

Dimensioni di testo Aa Aa

Il “giorno della rabbia” ha contagiato tutta l’Iraq.

In migliaia si sono riversati per le strade di Bassora, Baghdad, Kirkuk per manifestare contro la corruzione, il malgoverno del primo ministro Al Maliki, e per chiedere di avere maggiore voce in capitolo nella scelta dei propri leader.

Non sono mancati incidenti tra manifestanti e forze di sicurezza irachene. Violenti scontri si sono registrati a Mosul, nel nord del Paese, ma anche nella capitale: il bilancio parla di almeno 5 morti e una cinquantina di feriti. La collera degli iracheni si è spinta fino alla blindatissima Green Zone di Baghdad sede del Parlamento.

“ Qui in piazza ci sono anche tanti ragazzi che hanno studiato, ci sono moltissimi universitari. Il governo ha rubato tutti i loro sogni, ci sono giovani uomini che non hanno piu’ alcuna speranza nel futuro”.

La scia delle proteste in corso in tutto il Nordafrica ha contagiato anche il Golfo Persico facendo cadere nel nulla i moniti del governo secondo il quale dietro le manifestazioni ci sarebbe la mano di Al Qaeda.