ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cittadii stranieri in fuga dalla Libia

Lettura in corso:

Cittadii stranieri in fuga dalla Libia

Dimensioni di testo Aa Aa

I cittadini stranieri sono in fuga dalla Libia. A Roma, all’aeroporto di Pratica di Mare, ieri sono atterrati due C-130 dell’Aeronautica militare con a bordo quasi 150 passeggeri, in maggioranza italiani, ma anche cittadini di altri Paesi europei, come il Regno Unito: “Ci sono parecchi check point in tutto il Paese – dice un uomo -, principalmente al sud, con polizia e militari. Nessuno sa davvero chi sostiene il regime e chi no. Ci sono parecchi ragazzini con in mano Ak47”.

A Creta, in Grecia, giovani, anziani, bambini di diverse nazionalità sono arrivati invece via mare. Una donna libica racconta: “È un disastro, un vero disastro, un disastro umano. Non è un essere umano, è una macchina”. “Volevo scappare – dice un cittadino sudafricano -. Non avevo paura, ma la situazionepotrebbe peggiorare. Credo che a Tripoli la situazione peggiorerà”.

Gli europei ancora in Libia dovrebbero essere circa seimila. I Paesi membri hanno attivato un meccanismo di emergenza per condividere le rispettive risorse e cercare di riportarli a casa il prima possibile.