ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Christchurch, sposi tra le macerie

Lettura in corso:

Christchurch, sposi tra le macerie

Dimensioni di testo Aa Aa

La Nuova Zelanda prova a riprendersi dal terremoto, ma si prepara al peggio. Portavoce dello scoramento il ministro degli esteri Murray McCully, che mette in guardia: la speranza di trovare ancora in vita qualcuno si sta esaurendo.

Oltre 200 le persone che ancora mancano all’appello a Christchurch. Più di 110 quelle che hanno perso la vita, in seguito al sisma di magnitudo 6.3 che martedì ha investito la seconda città del Paese. Un numero probabilmente destinato a crescere, alla luce delle gravi condizioni di oltre 150 dei 2500 feriti.

Le macerie, a qualcuno, hanno però anche restituito una speranza che sembrava perduta. Quella di riabbracciarsi e guardare a una vita insieme, come Emma e Christ: oggi finalmente sposi, dopo aver tremato per un terremoto che per sei lunghissime ore insieme alla giovane sembrava aver sepolto anche i loro sogni.