ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il petrolio vola ai massimi

Lettura in corso:

Il petrolio vola ai massimi

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione in Libia sta mettendo a dura prova i nervi degli investitori internazionali. Specie quelli specializzati nelle materie prime. A cominciare dal petrolio : l’oro nero ha guadagnato infatti l’8% arrivando ai massimi del 2008.

A parere di questo analista le reazioni del mercato sono comprensibili in quanto chi investe ha paura del salto nel buio. Oggi non sappiamo come e quando la situazione in Libia possa concludersi.

In Libia viene estratto il 2% della produzione mondiale di petrolio, una quantità in sé ridotta ma indispensabile all’economia di alcuni stati quali l’Italia.

Secondo il ministro saudita del petrolio gli attuali disordini non provocheranno un taglio alla produzione. In ogni caso l’Opec e l’Arabia faranno in modo di mantenere la produzione ai livelli normali perché l’obiettivo é il ritorno alla stabilità.

E intanto non manca chi mette l’accento sul fatto che l’economia mondiale non risentirà piu’ di tanrto della situazione in Libia. E’ il caso del Fondo Monetario Internazionale che ha fatto sapere che il caso Libia non cambierà le prospettive di crescita

“La Cina fa passi da gigante, dice questo analista, cosi come il Brasile senza dimenticare che la Germania sta vivendo la migliore stagione di crescita da 20 anni. E’ la prova che la domanda di petrolio é in aumento”

Come dire che indipendemente dagli avvenimentio in Libia o altrove i mercati sono guidati anche da chi specula sull’ aumento o meno del prezzo del petrolio