ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: proteste violente contro l'Austerity

Lettura in corso:

Grecia: proteste violente contro l'Austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è trasformato in guerriglia urbana in Grecia il primo sciopero generale del 2011 contro il piano di Austerity del governo.

I lacrimogeni della polizia e le molotov dei manifestanti hanno messo a ferro e fuoco piazza Syntagma di fronte al parlamento, ad Atene. Il bilancio è di una ventina di fermi e alcuni agenti feriti lievemente.

E’ il decimo sciopero contro il piano di tagli approvato nel maggio dell’anno scorso in cambio di 110 miliardi di euro in tre anni da parte di Unione Europea e FMI. In piazza, nella capitale, 60 mila dimostranti, secondo i sindacati, che hanno indetto lo sciopero.

Alcuni gruppi cantavano lo slogan «dopo Ben Ali e Mubarak, adesso tocca a Papandreu».

Il governo del premier socialista, per evitare la bancarotta, ha aumentato le tasse, imposto tagli su salari e pensioni per i dipendenti pubblici, aumentato l’Iva ed esteso la possibilità di licenziare nel settore privato.