ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen. Undicesimo morto. L'opposizione in piazza con i giovani

Lettura in corso:

Yemen. Undicesimo morto. L'opposizione in piazza con i giovani

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli studenti yemeniti non sono più soli a manifestare contro il regime. Anche l’opposizione ha deciso di scendere in piazza e migliaia di persone avrebbero di nuovo invaso il centro di Sanah.

Lo spazio antistante l’università della capitale è stato ribattezzato Piazza Tahrir, in omaggio alla vittoriosa insurrezione egiziana.

Ieri un manifestante è rimasto ucciso a Aden, nel sud del paese. E’ l’undicesima vittima della repressione in una settimana.

Il presidente Ali Abdallah Saleh, al potere da 32 anni, ha dichiarato oggi che non lascerà il governo sotto la pressione popolare, ma solo se verrà battuto alle elezioni. Ieri, in un meeting allo stadio di Sanah aveva esortato al dialogo:

“Dialogare significa: smetterla con gli atti vandalici, con l’uccisione di persone innocenti e con la distruzione delle proprietà pubbliche e private degli yemeniti”.

Il 2 febbraio Saleh aveva già promesso riforme e una sua definitiva uscita di scena dopo il voto del 2013, ma non ciò non è bastato a calmare il suo popolo.