ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri e paure in Libia, una testimone racconta

Lettura in corso:

Scontri e paure in Libia, una testimone racconta

Dimensioni di testo Aa Aa

Repressione e morti non fermano la rivolta libica che divampa ovunque dopo le parole del figlio di Gheddafi. Al telefono con euronews, la testimonianza di una manifestante: “Siamo stati attaccati malgrado la nostra manifestazione a Bengasi fosse pacifica. Non abbiamo nessun orientamento, non vogliamo dividere il popolo libico né a sinistra né a destra. La nostra unità é eterna. Tutti gli abitanti di Bengasi sono un solo popolo. Il figlio di Gheddafi parla di sedizione e divisione, ma è falso. Siamo fratelli. Mette i i libici nel dubbio e semina zizzania. Grazie a Dio, la nostra vittoria è imminente ma abbiamo paura per i nostri figli che all’aeroporto di Benina lottano contro i mercenari del regime”.