ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri e vittime: la Libia paga la ribellione a Gheddafi

Lettura in corso:

Scontri e vittime: la Libia paga la ribellione a Gheddafi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il popolo alza la voce in Libia e chiede la testa di Gheddafi. A poche ore dai violenti scontri a cui si riferiscono queste immagini rubate ad Al Baida, i manifestanti hanno lanciato l’appello a nuove mobilitazioni. Dichiaratamente ispirato all’esperienza di Egitto e Tunisia, il tam-tam diffuso in rete parla di una “giornata della collera”, che dia voce al dissenso, altrimenti represso col pugno di ferro dal quarantennale regime del Rais.

La versione della televisione di Stato è soltanto quella di nuove manifestazioni pro-governative. Il licenziamento di un responsabile della sicurezza da parte del Ministero degli interni, di cui parla una testata locale, suona però come ammissione delle violenze denunciate l’opposizione. Due, quattro o addirittura tredici vittime, secondo alcuni cadute sotto il fuoco dei cecchini, soltanto nelle ultime ore.