ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rito immediato per Berlusconi, 6 aprile dai giudici

Lettura in corso:

Rito immediato per Berlusconi, 6 aprile dai giudici

Dimensioni di testo Aa Aa

Le accuse a carico del Premier sono dimostrate dai fatti. Con questa motivazione il gip di Milano dispone per Silvio Berlusconi il processo con rito immediato. Per rispondere alle accuse di concussione e prostituzione minorile il Presidente del Consiglio dovrà comparire il 6 aprile davanti a un collegio composto da tre donne: Carmen D’Elia, Orsola De Cristofaro e Giulia Turri.

Il gip di Milano ha ritenuto inoltre che per le indagini sul cosiddetto caso Ruby, la ragazza marocchina che ancora minorenne avrebbe fatto sesso a pagamento con Berlusconi, il tribunale di Milano avesse competenza territoriale riguardo al reato di concussione. La telefonata per chiedere il rilascio della giovane adducendo che fosse nipote di Mubarak è infatti avvenuta nelle sue funzioni di Presidente del Consiglio.

“E’ un combattente” dice James Walston, analista. “E’ sopravvissuto ad altre accuse benché sia stato considerato colpevole di reati poi prescritti. La differenza tra questo scandalo e le altre accuse di corruzione e fondi neri è che in questo caso le accuse sono chiare come il sole”.

La linea difensiva dei legali del Premier si basa essenzialmente sulle dichiarazioni a loro rilasciate dall’interessata, che contrastano tuttavia con le intercettazioni.

“Per quanto concerne la prostituzione minorile risulta un po’ difficile pensare a una prostituzione minorile quando la presunta protagonista nega rapporti sessuali e nega i corrispettivi” dice l’avvocato Francesco Paolo Sisto.

La decisione della magistratura arriva a due giorni dalla manifestazione promossa in Italia e all’estero per il rispetto della dignità delle donne.