ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: road map esercito per transizione

Lettura in corso:

Egitto: road map esercito per transizione

Dimensioni di testo Aa Aa

Entro 6 mesi il Paese dovrà essere in mano all’autorità civile. E’ il punto cardine della road map che l’esercito egiziano ha predisposto per la transizione del Paese dopo 3 settimane di rivoluzione.

Il Capo del Consiglio Supremo delle Forze Armate Mohamd Tantaoui ha chiesto alla commissione indipendente incaricata di emendare la Costituzione di completare il lavoro entro 10 giorni.

Intanto i sorvegliati speciali sono i Fratelli Musulmani, fino a ieri ai margini della vita politica.

“Tutti hanno visto, durante le gloriose manifestazioni e per tutta la rivoluzione, che i Fratelli Musulmani ci sono” dice il leader del Fronte Democratico Oussama El Ghazali Harb. “Ma si è visto anche che non sono stati il solo motore della rivoluzione”.

Del resto, spiega Ayman Nour, alla guida del partito El-Ghad: “I Fratelli Musulmani sono una corrente importante. Ma non esiste quest’immagine oscura che il regime di Mubarak ha voluto trasmettere in tutti questi anni. Sono sempre stati presentati come uno spauracchio”.

La transizione avanza, le formazioni politiche si dispongono sullo scacchiere mentre resta il mistero sulle condizioni di Mubarak, ritiratosi a Sharm-el-Sheik. La salute dell’82enne starebbe rapidamente peggiorando. Ma l’ex Presidente rifiuterebbe di lasciare di lasciare l’Egitto per farsi curare.