ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ahmadinejad: proteste opposizione non servono a nulla

Lettura in corso:

Ahmadinejad: proteste opposizione non servono a nulla

Dimensioni di testo Aa Aa

Fumo negli occhi, proteste che non portano da nessuna parte. Il Presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad smonta così quella che è stata la prima prova di forza dell’opposizione da un anno a questa parte. E mentre già sfilano a Teheran sostenitori del regime, il Presidente parla in tv:

“E’ ovvio che questi oppositori non otterranno alcun risultato” dice. “Volevano distruggere lo splendore della nostra nazione ma stanno solo gettando fumo negli occhi. E non parlo della manovalanza, parlo degli organizzatori, delle menti della protesta. Quel fumo finirà nei loro occhi”.

Devono essere impiccati. Era questa, durante un’infuocata sessione in parlamento, ieri, la richiesta dei deputati conservatori nei confronti dei leader d’opposizione Mir Hossein Mussavi e Mehdi Karubi, anime della manifestazione di lunedì, convocata ufficialmente per dare sostegno alle rivolte tunisina ed egiziana.

Due persone sono morte negli scontri scoppiati in strada e 9 sono rimaste ferite. Per le autorità di Teheran si tratta di “martiri”, sostenitori del regime, vittime dei manifestanti. Ma la polizia non ha consegnato i due corpi alle famiglie. Questa la reazione del portavoce di Mir Hossein Mussavi:

“Riteniamo il governo responsabile dell’uccisione di questi due cittadini iraniani. Non può far ricadere le colpe sugli altri, le responsabilità sono sue. Il governo non dovrebbe cercare di appropriarsi dei corpi dei martiri dell’onda verde. Dopo aver rubato i voti della gente ora si impossessa dei loro corpi”.