ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda, dibattito acceso tra partiti di opposizione

Lettura in corso:

Irlanda, dibattito acceso tra partiti di opposizione

Dimensioni di testo Aa Aa

Primo dibattito televisivo, in Irlanda, tra i partiti che si sfideranno alle legislative anticipate del 25 febbraio.

Lo scambio più acceso è avvenuto tra le due formazioni che potrebbero trovarsi costrette a governare insieme: il Fine Gael, di centro destra, accreditato con il 38% delle preferenze; e il labour di centro sinistra. Tema dello scontro, la nazionalizzazione della Anglo Irish Bank, nel 2008, per salvarla dallo tsunami subprime.

“Tutti i partiti che sono rappresentati qui oggi – ha detto il leader laburista Eamon Gilmore – sostennero quel piano di salvataggio. Si è trattato della più grande rapina nella storia di questo paese, e sono state le banche che hanno rapinato il popolo”.

Alle elezioni, l’Irlanda ci arriva in una fase tra le più difficili della sua storia. Prima di annunciare l’imminente addio alla vita politica, a fine gennaio, il premier Brian Cowen è riuscito a far approvare drastici tagli di bilancio, richiesti da Unione europea e Fondo monetario internazionale in cambio di aiuti da 85 miliardi di euro che serviranno a Dublino per ripianare il disavanzo.

Una cura che ha alimentato un malcontento diffuso e sfiducia nella classe politica che per decenni ha governato il paese. I partiti che si contendono il faovre degli elettori sono costretti a tenerne conto.