ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il computer che capisce le battute sfida l'uomo

Lettura in corso:

Il computer che capisce le battute sfida l'uomo

Dimensioni di testo Aa Aa

Uomo contro macchina, il primo a dare la risposta corretta vince. L’arena è il quiz americano Jeopardy, dove lunedì il supercomputer Watson ha sfidato i due detentori dei record assoluti.

La difficoltà è rispondere in forma di domanda a risposte costruite su battute e giochi verbali. Una bella scommessa per gli ingegneri IBM.

“Che cosa ci ha spinto? Proprio la difficoltà, il senso della sfida. E la consapevolezza che, se abbiamo successo, avremo creato uno strumento che aiuterà la gente a orientarsi meglio in tutto il bagaglio di conoscenza che è disponibile in giro”.

Ken Jennings, che nel suo palma res ha il record di 74 vittorie consecutive, è al terzo posto dopo la prima giornata di una sfida in tre puntate: “Talvolta – dice – il computer non capisce cose che sarebbero facili anche per un bambino. Ad esempio, ha confuso Jamie Fox con Ludwig Van Beethoven”.

Il precedente più noto è la partita a scacchi di Garry Kasparov contro Deep Blue, nel ’97. Allora il campione del mondo ne uscì sconfitto, ma per il computer era un terreno facile. Chissà se questa volta l’umanità riuscirà a prendersi la rivincita.