ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: Costituzione emendata entro dieci giorni, poi referendum

Lettura in corso:

Egitto: Costituzione emendata entro dieci giorni, poi referendum

Dimensioni di testo Aa Aa

Dieci giorni per emendare la Costituzione egiziana. L’esercito mette a punto il calendario della transizione e ha incaricato una commissione di giuristi di apportare le modifiche che saranno poi sottoposte a referendum entro due mesi. Modifiche che il popolo di piazza Tahrir vuole con forza. Al vaglio ci sono sei articoli, riguardanti, in particolare, le condizioni che governano la candidatura alle presidenziali e le modalità di supervisione del processo elettorale.

Le elezioni presidenziali sono in programma a settembre. I Fratelli Musulmani – una cui eventuale ascesa spaventa l’Occidente – puntano a essere riconosciuti come partito ufficiale, ma per ora fanno sapere: “Non proporremo alcun candidato per le prossime elezioni presidenziali – ha detto il portavoce Essam el-Arian -. Prenderemo in esame i programmi dei candidati e solo allora faremo le nostre scelte. Non puntiamo ad ottenere una maggioranza nel futuro parlamento”.

Sul fronte economico, l’esercito cerca di scongiurare altri scioperi. Sarebbero disastrosi, dicono i militari. Dietro l’ombra delle piramidi, sulla scia della rivolta sono scomparsi anche i turisti e gli appelli affinché ritornino si moltiplicano. Per risollevare le sorti dell’economia, il ministero degli Esteri egiziano ha chiesto aiuto alla comuintà internazionale.