ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si allarga la protesta dei poliziotti egiziani

Lettura in corso:

Si allarga la protesta dei poliziotti egiziani

Dimensioni di testo Aa Aa

I manifestanti di piazza Tahrir festeggiano le decisioni dei militari, ma vigilano affinché tutte le richieste avanzate siano esaudite. Per venerdì hanno indetto una “marcia della vittoria” e hanno chiesto agli egiziani di partecipare in tutto il Paese.

Ora i riflettori si spostano sui poliziotti, la cui protesta – partita dal ministero dell’Interno – si allarga. Spesso accusati di essere corrotti e brutali, cercan di spiegare le loro ragioni: “Chiediamo solo che i nostri diritti siano rispettati. Vogliamo vivere, come tutti – dice uno di loro -. Non voglio nulla dal ministro dell’Interno, solo i miei diritti”. “Tutti odiano i poliziotti – dice un altro -. Si dice che i poliziotti siano ladri. Datemi uno stipendio adeguato e non cerherò altri modi per trovare denaro”.

Per ora, il ministro dell’Interno ha promesso aumenti salariali, e ha assicurato inoltre che i poliziotti arrestati dall’esercito in seguito agli scontri avvenuti durante la rivolta non saranno giudicati da tribunali militari ma civili.