ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dresda: una catena umana per ricordare bombardamento

Lettura in corso:

Dresda: una catena umana per ricordare bombardamento

Dimensioni di testo Aa Aa

Una simbolica catena umana, lunga oltre tre chilometri, per ricordare le vittime del bombardamento di Dresda e per impedire ai neo-nazisti di manifestare. Circa diciassettemila persone si sono riunite nella città tedesca per celebrare il sessantaseiesimo anniversario di quello che è considerato uno degli episodi più atroci della Seconda Guerra Mondiale. “Siamo qui per fare sapere che siamo contro i nazisti e che Dresda è una città democratica – dice un uomo -. Siamo qui anche per commemorare il 13 febbraio”. “Dove ci sono persone democratiche – spiega una donna – non c‘è posto per i nazisti”.

Anche alcune centinaia di neo-nazisti si erano radunati nei pressi della stazione decisi a marciare per commemorare l’evento. Alcuni sono stati arrestati dalla polizia. Tra il 13 e il 15 febbraio del 1945 i bombardamenti anglo-americani rasero al suolo Dresda. Nei mesi scorsi, una commissione di storici ha stabilito che i morti furono oltre venticinquemila.