ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: la gioia in piazza Tahrir

Lettura in corso:

Egitto: la gioia in piazza Tahrir

Dimensioni di testo Aa Aa

Un comunicato scarno, letto dal vicepresidente Omar Suleiman e poi, per le strade del Cairo, esplode la gioia. La felicità per esseri riusciti a costringere Hosni Mubarak alle dimissioni.

Nella capitale, in piazza Tahrir, cuore dei diciotto giorni di manifestazioni, gli egiziani sanno che stanno scrivendo una pagina della loro storia. Chiusa un’epoca, lunga trent’anni, ora se ne apre una nuova. E c‘è anche chi chiede che il Rais venga processato.

La piazza, quella della Liberazione, che fino a giovedì era gonfia di incertezza e di rabbia, si scioglie in canti liberatori.

Mohammed Elhamy, euronews: “Il regime è caduto, come volevano milioni di manifestanti, milioni di persone festeggeranno una notte che non sarà dimenticata. La gente ha ottenuto chò che voleva”.

E nella prima notte del dopo Mubarak non c‘è tempo per pensare al domani. Per chiedersi cosa accadrà, come agirà il Consiglio supremo delle forze armate. Per adesso c‘è spazio solo per la festa.