ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: proteste da Port Said a Suez

Lettura in corso:

Egitto: proteste da Port Said a Suez

Dimensioni di testo Aa Aa

Se piazza Tahrir non resta un’isola. La protesta anti-Mubarak si allarga. Non soltanto ad altri luoghi simbolo del Cairo ma attecchisce in diverse città d’Egitto.

Erano circa 3.000 le persone che sono scese in piazza a Port Said, a Est della capitale, per protestare contro salari bassi, disoccupazione e più in generale contro il regime del Presidente Mubarak.

Cifre analoghe per i manifestanti a New Valley, nell’Ovest del paese, dove una persona è rimasta uccisa e diverse ferite durante gli scontri con le forze dell’ordine.

Il bilancio più grave nel Sud, a El-Kharga, un’oasi in mezzo al deserto, dove la polizia ha sparato per disperdere la folla: 3 i morti, decine i feriti.

A Suez centinaia di persone hanno chiesto le dimissioni dell’ammiraglio Ahmed Fadel, responsabile dell’Autortià del Canale.

Massiccia poi la partecipazione alle proteste nella seconda città d’Egitto, Alessandria. Una protesta sostanzialmente pacifica, fatto salvo l’incendio appiccato agli edifici di polizia e forze di sicurezza.