ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, il governo resiste alle pressioni della piazza

Lettura in corso:

Egitto, il governo resiste alle pressioni della piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Stretto tra la pressione della piazza e quella dell’alleato statunitense, il governo egiziano inizia a mostrare segni di insofferenza per un movimento di protesta che continua da diciassette giorni.

L’esercito ha intensificato la sua presenza intorno alla sede della tv pubblica e del ministero degli esteri. I manifestanti continuano a presidiare piazza Tahrir, nel centro del Cairo, ma si stanno radunando anche davanti al parlamento.

Ieri, Washington ha esortato le autorità egiziane a prendere misure concrete per soddisfare le richieste dei manifestanti, che reclamano le dimissioni del presidente Hosni Mubarak.

Il capo dello stato tace da giorni. Il timone è passato nelle mani del suo vice, Omar Suleiman. Ma tutti sembrano attendere un segnale da parte dell’esercito, dai cui ranghi si sono imposti i leader che hanno retto il paese negli ultimi sessant’anni.