ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giustizia francese in sciopero per la prima volta

Lettura in corso:

Giustizia francese in sciopero per la prima volta

Dimensioni di testo Aa Aa

La giustizia francese sfida la legge e scende in piazza per la prima volta nella sua storia.

Rinvii di udienze e assemblee nei tribunali da mercoledì, poi sciopero generale giovedì e venerdì.

Troppo lavoro e pochi mezzi, denunciano le toghe d’oltralpe che temono tra l’altro le udienze delocalizzate nelle carceri e il progetto di legge sull’immigrazione.

Un malcontento scatenato dalle critiche per il caso Laetitia.

“Dare la colpa ai giudici vorrebbe dire mal conoscere il funzionamento della giustizia”, commenta il magistrato di Parigi Renaud Van Ruymbeke, “I giudici non avevano i mezzi, lo hanno detto e ridetto. Il ministro della giustizia non glieli ha mai forniti”.

A gettare olio sul fuoco delle polemiche, lo stesso Nicolas Sarkozy che da tempo lancia accuse che magistrati e polizia rifiutano categoricamente.

“Coloro che hanno coperto o permesso questa fuga”, promette Sarkozy, “saranno puniti”.

Secondo il presidente, gravi disservizi avevano permesso l’uscita dal carcere del presunto omicida della diciottenne, il pluri-recidivo Tony Meilhon.