ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto. Una grande giornata di mobilitazione

Lettura in corso:

Egitto. Una grande giornata di mobilitazione

Dimensioni di testo Aa Aa

In piazza Tahir, al Cairo, c‘è stata una delle più grandi giornate di mobilitazione dal 25 gennaio, quando in Egitto è cominciata la protesta contro il regime del presidente Hosni Mubarak. Intanto l’ala irachena di al Qaeda invita gli egiziani alla guerra santa per instaurare un governo basato sulla legge coranica.

L’esecutivo mantiene un basso profilo ma, nello stesso tempo, mostra di tenere ben salde le redini. Mubarak ha dato al suo vice Omar Suleiman le disposizioni per la formazione di due commissioni: una che modificherà la costituzione, l’altra sulle violenze di mercoledì scorso. Sono stati inoltre liberati 34 prigionieri politici.

L’opposizione ribatte preannunciando un’escalation nella protesta per cacciare Mubarak. La minaccia è quella di mettere sotto assedio i palazzi del potere, anche a rischio di andare allo scontro con l’esercito.