ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: inviato Usa, "Mubarak guidi la transizione". Il governo prende le distanze

Lettura in corso:

Egitto: inviato Usa, "Mubarak guidi la transizione". Il governo prende le distanze

Dimensioni di testo Aa Aa

Le dichiarazioni dell’inviato al Cairo di Obama, Frank Wisner, su una transizione guidata da Mubarak diventano un caso all’interno della diplomazia statunitense. Un componente della delegazione del segretario di Stato americano Hillary Clinton alla conferenza sulla sicurezza a Monaco di Baviera si è affrettato a prendere le distanze. Queste le parole incriminate:

“Il presidente deve stare al suo posto per guidare questi cambiamenti. Per questo credo sia fondamentale che Mubarak vada avanti”.

Parla a titolo personale, da analista, non come rappresentante del governo americano, afferma lo staff della Clinton.

Sospiro di sollievo per i manifestanti di piazza Tahrir. Gli oppositori del rais avevano visto in Barack Obama, che ha invitato ripetutamente il presidente ad “ascoltare il suo popolo”, un alleato fondamentale.