ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Summit europeo dedicato all'Egitto

Lettura in corso:

Summit europeo dedicato all'Egitto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’incalzante attualità in medio oriente cambia l’agenda del summit di oggi dei 27.

L’energia, tema cui era consacrato il vertice, passa in secondo piano, per lasciare il posto agli eventi in Egitto e Tunisia.

Catherine Ashton, ministro degli Esteri europeo:

“Siamo stati molto chiari: nell’interesse del popolo egiziano, il governo egiziano deve procedere alla transizione.

Mubarak ha detto che non si presenterà alla prossime elezioni. Come procedere alla transizione? Questo spetta al popolo egiziano, a noi spetta sostenerli.

È importante adesso ritrovare la calma, il dialogo, vedere che le cose avanzano, avere scadenze che ridiano fiducia alla gente”.

Criticata aper avere reagito con un forte ritardo ai sollevamenti di piazza in Tunisia, l’Europa cerca adesso di recuperare il ritardo.

In molti chiedono che i 27 rivedano la politica di vicinato nei confronti dei Paesi della riva meridionale del Mediterraneo.