ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Yemen: manifestazioni pro e contro Saleh


Yemen

Yemen: manifestazioni pro e contro Saleh

Decine di migliaia di persone sono scese oggi in strada a Sanaa e in altre citta’ dello Yemen per chiedere la fine del regime del presidente Ali Abdullah Saleh, che pure ieri aveva accolto molte richieste dell’opposizione, compresa quella di non ricandidarsi alle prossime elezioni presidenziali del 2013.

“Vogliamo le riforme, le riforme politiche e ci deve essere onestà. Chiediamo stabilità e libertà. Vogliamo l’applicazione della legge islamica ed anche sincere promesse di cambiamento”: sostiene uno dei manifestanti dell’opposizione.

Il contagio delle rivolte dalla Tunisia all’Egitto investe adesso lo Yemen con un copione che si ripete: anche qui decine di migliaia di sostenitori del presidente hanno partecipato nella capitale ad una contromanifestazione organizzata dal partito al potere, il Congresso Popolare Generale, riuscendo a raggiungere per primi la centrale piazza

al Tahrir e costringendo cosi’ gli oppositori a cambiare tracciato. Le forze di sicurezza hanno osservato i due cortei a distanza senza intervenire.

Vox pop: “Diciamo agli oppositori: guardate le distruzioni e i morti che ci sono nei paesi arabi come l’Egitto e la Tunisia. Guardate cosa sta succedendo là.”

Ieri in un discorso al parlamento riunito in sessione straordinaria, il presidente Saleh ha invitato l’opposizione a prendere parte ad un governo di unita’ nazionale. L’opposizione non ha pero’ rinunciato alla sua ‘‘giornata della collera’‘.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Egitto: per Mubarak sostegno spontaneo o organizzato dalla polizia?