ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: El Baradei a capo dei negoziati per la transizione

Lettura in corso:

Egitto: El Baradei a capo dei negoziati per la transizione

Dimensioni di testo Aa Aa

La protesta non si spegne nemmeno con l’arrivo del buio. Il Cairo è una città in fermento 24 ore su 24. I manifestanti si sono accampati in strada, con l’intenzione di restarci fino al fatidico annuncio della caduta di Mubarak.

Alla testa dei movimenti Mohammed El Baradei, riconosciuto leader della ribellione anche dalla Fratellanza musulmana.

“Come abbiamo già detto – ha affermato il Nobel per la pace 2005 – noi chiediamo una cosa sola: la fine di questo regime e l’inizio di una nuova fase. Un nuovo Egitto dove ogni egiziano potrà vivere libero e con dignità”.

L’ex direttore dell’Agenzia atomica dell’Onu incontrerà i vertici militari. Un comitato formato da dieci persone sarà incaricato di negoziare la transizione. L’opposizione al regime è categorica: alle trattative non prenderà parte in alcun modo il presidente in carica.

Mubarak continua a comportarsi come se fosse saldo al timone del Paese e per riportare la tranquillità ha ordinato di mantenere i sussidi e far calare i prezzi. Ma ormai il “rais” è sempre più isolato, abbandonato anche da associazioni e stampa fino a ieri filogovernativi. Per oggi indetto uno sciopero generale.