ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Banche e borsa chiuse in Egitto

Lettura in corso:

Banche e borsa chiuse in Egitto

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi in Egitto non lascia certo indifferenti le banche e gli operatori di borsa: lunedi tutti gli istituti di credito sono chiusi e lo cosi la borsa del Cairo, Intanto Moody’s, l’agenzia americana, ha abbassato il rating del paese che scende cosi da Ba 1 a Ba2 con un giudizio che passa da stabile a negativo. Una presa di posizione che arriva pochi giorni dopo quella di Fitch sulla stessa lunghezza d’onda.

La situazione, dice quest’analista egiziano, é difficile perché la crisi economica va di pari passo con quella politica. Il contesto é cosi difficile che l’economia é incapace di sopportare una crisi del genere con il risultato che le linee di produzione possono essere chiuse.

Va in questo senso la decisione del gruppo nippo francese Nissan di chiudere lo stabilimento del Cairo in cui vengono prodotti circa diecimila modelli all’anno.

Una seria battuta d’arresto per un paese come l’Egitto che con una popolazione di 83 milioni di abitanti ha un tasso di crescita annua del 4,6% del prodotto interno lordo.

E intanto sui principali mercati finanziari europei dopo una mattinata caratterizzata da ordini di vendita nel finale ritorna il segno positivo.

A Milano forti scambi sui titoli Fiat: la spa guadagna oltre il 2%, piu’ contenuto il rialzo per Indsutrial.

A Londra infine per la prima volta da ottobre del 2008 il barile del Brent supera la soglia dei cento dollari