ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: a Il Cairo colonne di fumo e auto bruciate

Lettura in corso:

Egitto: a Il Cairo colonne di fumo e auto bruciate

Dimensioni di testo Aa Aa

Tolto il coprifuoco, a Il Cairo la situazione resta tesa. In fiamme la sede del partito di Hosni Mubarak e gli edifici circostanti. Ovunque resti di auto bruciate e i segni evidenti di scontri che sono proseguiti per tutta la notte.

A nulla sembra essere valsa la decisione del presidente di sciogliere il governo per vararne uno nuovo.

“Ci sono stati scontri e momenti di tensione – racconta un ragazzo – tutta la notte, perché la repressione sui giovani è durata anni, una repressione autoritaria di coloro che hanno messo le mani sul Paese”.

“Alla fine ogni governo – aggiunge un uomo – rappresenta il mondo degli affari e la classe sociale più alta. Non sono esecutivi che rappresentano i poveri”

L’esercito, con un comunicato, ha invitato la popolazione a evitare assembramenti nei luoghi pubblici. E mentre si contano le vittime e i feriti, i militari restano a presidiare il centro della capitale egiziana.

Mohamed Elhamy, euronews: “Questa la situazione a Il Cairo, qualche ora dopo la fine del coprifuoco – distruzione e saccheggi: azioni proseguite per tutta la notte. Ora la paura è che si ripetano stanotte e nelle notti a venire”.