ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Egitto come la Tunisia

Lettura in corso:

L'Egitto come la Tunisia

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli egiziani annunciano un secondo giorno di proteste. Un gruppo di opposizione ha chiesto ai manifestanti di rimanere in piazza.

A migliaia hanno sfilato nelle principali città del paese. Dal Cairo ad Alessandria, fino a Suez, dove sono morti tre manifestanti. Un agente, colpito alla testa, é rimasto ucciso invece nella capitale.

-“Non ci stanno trattando come esseri umani, ma come cani. Dio li punirà”.

Chiedono la caduta del presidente Hosni Mubarak, al potere da 30 anni e un nuovo governo.

-“Continueremo quello che abbiamo cominciato. Staremo in piazza finché non faremo cadere il sistema”.

Chiedono “pane, libertà e dignità” i manifestanti egiziani. Quasi la metà degli ottanta milioni di abitanti del paese vive al limite della soglia di povertà, con due dollari al giorno.