ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'appello all'unità di Obama

Lettura in corso:

L'appello all'unità di Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul discorso sullo Stato dell’Unione tenuto dal presidente statunitense Barack Obama Euronews ha sentito Emily Schimdt, giornalista di Abc News One.

Laura Davidescu, euronews:

“Un appello all’unità a Capitol Hill, il congresso replicherà ad Obama nel modo in cui desidera? Secondo alcuni deputati il presidente statunitense ha usato un nuovo linguaggio. Per altri invece, non c‘è nulla di nuovo sotto il sole. Qual è l’impressione dei media statunitensi? Non c‘è davvero nulla di nuovo in questo discorso?”

Emily Schmidt, Abc News:

“La Casa Bianca ha un’idea nuova, ha utilizzato tre parole nuove: vincere il futuro. Questa è l’idea che il presidente Obama ha propugnato, ritiene che repubblicani e democratici possano cooperare per rafforzare l’economia statunitense. Questo è il tema principale, un tema nuovo. Tuttavia le idee all’interno di questo tema non sono nuove, argomenti come l’istruzione, i trasporti, la ricerca. Sono cose di cui il presidente ha già parlato in passato”.

euronews:

“E’ stata la prima apparizione di Obama davanti al Congresso dalle elezioni di midterm. Crede che queste ultime abbiamo avuto un impatto sul discorso del presidente?”

Schmidt:

“Senza dubbio. Dopo le elezioni di midterm Obama è stato molto chiaro, ha affermato di aver capito di non aver fatto un buon lavoro di comunicazione con i membri del Congresso come avrebbe dovuto fare in passato. Ha promesso cambiamenti su questo punto. Nel suo discorso ha offerto qualche ramoscello d’ulivo, cose che alcuni nuovi deputati repubblicani si aspettavano. Ha detto di voler vietare gli earmark, progetti di singoli deputati che possono aiutarli a far confluire denaro nei loro collegi elettorali. Obama dice che se sulla sua scrivania arriverà un disegno di legge con earmark, lui porrà il veto. Sono cose che i nuovi eletti, soprattutto repubblicani, si aspettano”.

euronews:

“Quindi invece di parlare di tagli, il presidente Obama sottolinea l’importanza di investire in nuovi sogni, in innovazione. Ha detto: “questo è il momento Sputnik della nostra generazione”, parlando della necessità di finanziare “i progetti Apollo del nostro tempo”. Cosa pensi del denaro necessario a raggiungere questi obiettivi ambiziosi? C‘è già chi tra i repubblicani dice che l’America si sta dirigendo verso la bancarotta…”

Schmidt:

“Stai sottolineando un punto molto importante… Una delle parole che hai pronunciato è investimenti, la Casa Bianca si concentrerà su questo. Diranno: non stiamo aumentando la spesa, ma si tratta di investimenti, il denaro va speso per rafforzare la posizione americana, specialmente a livello globale. Obama ha detto: gli Stati Uniti hanno bisogno di prendersi la responsabilità del proprio deficit, e lo ha detto chiaramente, ma ha affermato anche che gli Stati Uniti non possono permettersi di tralasciare alcune cose: garantire che i giovani statunitensi abbiano una buona istruzione, che i lavoratori possano trovare un’occupazione e che i posti di lavoro non siano trasferiti oltreoceano. Molti repubblicani non sono d’accordo, il senatore Jeff Sessions sostiene che il presidente non si è mostrato all’altezza della situazione. Ha detto anche che occorrono tagli di bilancio e che di questo il presidente non se ne è occupato. Sarà un vero tema di dibattito d’ora in avanti”.