ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Traffico d'organi in Kosovo: il Consiglio d'Europa chiede un'inchiesta

Lettura in corso:

Traffico d'organi in Kosovo: il Consiglio d'Europa chiede un'inchiesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbe questa la casa degli orrori.

Nella clinica Medicus a Pristina si sarebbe consumatao un traffico d’organi illegale a discapito di vite umane.

Nel corso del conflitto kossovaro, tra il 1998 e il 1999, sotto il bisturi criminale, secondo le organizzazioni umanitarie, sono spariti 400 serbi e 1400 kosovari albanesi.

Il rapporto votato oggi pomeriggio al Consiglio d’Europa, sottolinea il fatto che il traffico illecito d’organi si sarebbe consumato in presenza e a conoscenza di forze e istituzioni internazionali.

Secondo le accuse,la forza Nato Kfor sapeva ma avrebbe preferito chiudere un occhio piuttosto che agire.

Tra le persone coinvolte l’attuale premier kosovaro, Haschim Thaci, all’epoca capo dell’esercito di liberazione del Kosovo. Secondo la Nato, Thaci sarebbe uno dei pesci grossi della criminalità organizzata in Kosovo.

A metà gennaio è stato arrestato e rilasciato un altro sospetto, un medico turco, detto il Frankestein turco, dopo un interrogatorio a Istabul.

L’uomo che si dice innocente, ha dichiarato di aver esercitato la professione con tutte le autorizzazioni necessarie.